L3, il laser secondo Salvagnini

09-05-2022
M&A, Maggio 2022
L3 è la soluzione produttiva e versatile, a consumi ridotti e costi di esercizio competitivi, che rispetta l’ambiente, l’uomo e il suo lavoro.

L3 di Salvagnini è un laser fibra produttivo e versatile, con consumi ridotti e costi di esercizio competitivi, destinato ad un utilizzo trasversale, indipendente da applicazioni, materiali e spessori perché è equipaggiato con una testa di taglio unica che consente di tagliare tutti gli spessori e i materiali lavorabili.
L3 è un laser agile,” spiega Pierandrea Bello, Product Manager Salvagnini per le tecnologie laser. “Le sue numerose funzioni proprietarie, l’interfaccia uomo-macchina FACE e i sistemi di visione artificiale consentono all’operatore di risolvere senza sforzo i problemi che quotidianamente incontra nel proprio lavoro. E risponde perfettamente alle tendenze di mercato che hanno contribuito negli ultimi anni a ridefinire lo scenario del taglio laser: il recupero di autonomia ed efficienza da una parte, la riduzione dei costi operativi dall’altra.

 

Recuperare efficienza con automazione e visione artificiale

Per parlare di recupero di autonomia e efficienza dobbiamo parlare di automazione e di applicazioni di visione artificiale,” riprende Bello. “La gamma di automazioni laser Salvagnini è ampia e modulare: magazzini a torre o a vassoi, diverse soluzioni di carico/carico, dispositivi di sorting automatico o manuale.
A fiera Lamiera presentiamo ufficialmente anche ADC, una nuova automazione compatta per carico e scarico della lamiera che estende ulteriormente la nostra gamma con una soluzione a ingombro ridotto. I suoi punti di forza sono proprio la compattezza, il tempo ciclo rapido e l’installazione veloce. Anche ADC, come tutte le nostre automazioni, utilizza per le attività di carico/scarico pettini dotati di cinghioli, che depositano la lamiera facendola scivolare piano piano: un’accortezza che sostanzialmente azzera il rischio di danneggiare
il materiale ..."