Pannellatura robotizzata

06-05-2022
Lamiera, Maggio 2022

Salvagnini presenta una nuova applicazione che combina una pannellatrice e un robot antropomorfo per produrre autonomamente kit, lotti e pezzi singoli. 

Il contesto industriale è cambiato: i grandi lotti tipici della produzione in serie si sono trasformati in lotti medio-piccoli o in produzioni just-in-time. Alto indice di rotazione dei codici, lead-time compressi e costante carenza di personale altamente qualificato hanno spostato l’attenzione su automazione e robotizzazione, che consentono di massimizzare la produzione e di dedicare gli operatori solo ad attività ad alto valore aggiunto. Ecco perché Salvagnini presenta P-Robot, una nuova applicazione che combina una pannellatrice e un robot antropomorfo per produrre autonomamente kit, lotti e pezzi singoli.

 

Una soluzione smart

Semplice da programmare, da utilizzare P-Robot si propone di definire un nuovo paradigma della configurazione con robot. L’applicazione risolve alcune delle criticità tipiche delle soluzioni robotizzate: ha un layout compatto e modulare, è perfettamente integrata sia lato hardware che lato software, semplifica le attività di programmazione anche del robot, permette un certo livello di personalizzazione per rispondere a specifiche esigenze produttive. La P-Robot presentata a Lamiera integra una P1 (ma è realizzabile anche con le P2 e P4), pannellatrice elettrica con consumo inferiore a 3 kW e ingombro di circa 8 mq. Si tratta di una pannellatrice standard, proprio come il robot, una scelta che ha grossi vantaggi in termini di certificazioni. 

Il robot è equipaggiato con un organo di presa ribaltabile, dotato di ventose su due lati, per prelevare il pezzo piegato e posizionare immediatamente, in ciclo, la nuova parte da piegare. Quest’organo di presa consente quindi ..."