Per una produzione efficiente

10-05-2022
TECNOLAMIERA, Maggio 2022

In occasione della fiera Lamiera, Salvagnini metterà in mostra il meglio delle proprie tecnologie di produzione. Tra laser, pannellatrici robotizzate e software sono molti gli spunti di interesse proposti dal costruttore veneto.

Le manifestazioni di settore sono l’occasione perfetta per presentare soluzioni innovative a un mercato sempre alla ricerca di innovazioni tecnologiche. Ne è consapevole Salvagnini, che durante la fiera Lamiera punterà i riflettori su P-Robot, una soluzione smart capace di incrementare ulteriormente la flessibilità e la produttività delle pannellatrici del costruttore veneto.

 

Pannellatrici e automazione

P-Robot è un concetto di automazione declinabile alle pannellatrici di casa Salvagnini che risponde alle moderne richieste del mercato grazie a un layout compatto e modulare.
Si dimostra inoltre semplice sia nell’integrazione (hardware e software) sia nella programmazione del robot. Il tutto garantendo comunque un elevato livello di personalizzazione del sistema. Dal punto di vista produttivo P-Robot è estremamente flessibile e consente di adottare la strategia più adatta alla situazione applicativa in esame passando tra tre differenti modalità in modo immediato. Nel dettaglio, la modalità R2R (Robot to Robot) consente al sistema di operare in non presidiato effettuando il carico/scarico del materiale ed eventualmente impilando i pezzi finiti. In alternativa, P-Robot può produrre in modalità R2H (Robot to Human) dedicandosi al solo carico del materiale, mentre lo scarico rimane affidato all’operatore che lo esegue manualmente, permettendogli per esempio di spostarsi con il pannello semilavorato nella successiva stazione di saldatura. La terza modalità è invece definita H2R (Human to Robot) e inverte di fatto le competenze: il carico del materiale è infatti compito dell’operatore mentre il robot si occupa dello scarico. Queste tre strategie consentono a P-Robot di trovare impiego nelle situazioni applicative più diversificate, che spaziano dall’alta produzione di un singolo lotto alla realizzazione di una grande varietà di lotti caratterizzati da un basso numero di componenti, fino ad arrivare alle produzioni con lotto singolo. Una grande versatilità che si declina anche per l’ampia gamma di pannellatrici a cui il robot può essere abbinato: la soluzione di automazione ideata da Salvagnini è integrabile con P1, P2 e P4. Ciò è reso possibile dal fatto che il costruttore veneto può vantare profonde ..."